Home » Blog » I denti e il fumo

I denti e il fumo


Caro/a fumatore/fumatrice,
lo so che ti piace fumare, non riesci a bere il caffè senza accendere subito dopo una sigaretta… Lei è la compagna di ogni tua avventura o sventura. Era lì accesa mentre ascoltavi il più bel concerto della tua vita, ti ha consolato quando non riuscivi a smettere di piangere, ti ha dato un po’ di tregua in una giornata di lavoro stressante, è l’ultima nota prima di andare a dormire, la prima del risveglio, ha avvolto i momenti delle confidenze, degli sguardi silenziosi pieni di comprensione, gli esami, le relazioni sentimentali.
Sulle pellicole cinematografiche retrò le dive sembravano più sensuali e gli uomini più impavidi quando accendevano una sigaretta…
So che stai aspettando un ma e sai che il fumo fa male, te l’han detto tutti.
Noi ci occupiamo della tua bocca, quindi è nostro dovere informarti che il fumo danneggia sia i tessuti orali, sia quelli vicini come viso, denti e gengive.

L’estetica

il fumo macchia i denti sia naturali che otturati, restaurati o con protesi. La colorazione dello smalto assume toni dal giallo al marrone e aumenta la formazione e il deposito di tartaro con il conseguente aumento di possibilità di carie e infiammazioni gengivali.
Nei fumatori si assiste a un aumento del digrignamento notturno con una conseguente usura delle superfici dentali.

L’alito cattivo

Il fumatore soffre spesso di alitosi, che cerca di contrastare con caramella alla menta o chewingum contenenti zucchero e acido citrico, a discapito dello smalto.

La guarigione dalle ferite

Sia negli impianti dentari che negli interventi, il fumo peggiora e talvolta compromette la guarigione delle ferite, poiché indebolisce le difese immunitarie e riduce l’ossigenazione dei tessuti. Parlando di statistiche la probabilità di un insuccesso plantare più che duplica e cresce anche il rischio di perimplantite (da 3,6 a 4,6 volte); le infezioni dell’osso dopo un’estrazione dentaria sono quattro volte più frequenti.

Le mucose

Il fumo porta a malattie delle mucose come un la Leucoplachia, ovvero una lesione con macchie bianche su guance e lingua, a volte accompagnata da macchie rosse.

Le gengive

Diminuendo l’ossigeno nelle gengive, sopravvivono solo i batteri più aggressivi nella placca, causando le forme più gravi di parodontite, dette anche “piorrea”. Aumenta la mobilità dentaria, si assiste a un ritiro delle gengive e alla precoce perdita dei denti.

I tumori del cavo orale

Quando parliamo di tumori al cavo orale intendiamo quello labbro, della lingua, della gengiva, delle mucose della bocca, dell’oro-faringe (parte iniziale della gola).
Più dell‘80% dei carcinomi orali sono causati dal tabacco. Questa causalità è legata alla durata, alla quantità di consumo e all’esposizione, viceversa l’abbandono dell’uso di tabacco porta a una diminuzione del rischio.
Il solo fumo passivo aumenta il rischio di tumori del 63%.

Figli

I figli dei fumatori hanno più probabilità di sviluppare carie e soffrire di bruxismo.

Tag:, ,

Commenti & Risposte

Comments are closed.