Home » Blog » L’ortodonzia intercettiva

L’ortodonzia intercettiva


L’ortodonzia intercettiva è la disciplina che si occupa del bambino durante la fase della crescita, con l’obiettivo di favorire uno sviluppo armonico ed equilibrato del volto, individuando le mal occlusioni: le anomalie di sviluppo delle ossa mascellari e delle arcate dentarie insieme a tutti quei fattori, altrettanto importanti, che possono contribuire a peggiorare l’equilibrio neuro muscolare della bocca e dello scheletro.

Quali sono i fattori dal punto di vista funzionale?

  1. le abitudini viziate (posizione della lingua tra le arcate con deglutizione atipica; suzione del dito, labbra oggetti)
  2. la respirazione orale invece che nasale(il bambino è spesso a bocca semiaperta)
  3. le alterazioni muscolari di labbra, guance e lingua.

Da un punto di vista puramente odontoiatrico dobbiamo considerare la perdita di denti da latte, le carie, soprattutto se destruenti , e il digrignamento notturno (bruxismo) che determina il consumo dello smalto e dell’altezza dentale.

Il principale fattore che determina la mal occlusione è la predisposizione genetica.

Forma e funzione sono strettamente correlate e si condizionano reciprocamente per cui la mal occlusione costringe la funzione ad “ adattarsi” con ripercussioni sulla deglutizione, fonazione, respirazione,funzione muscolare, postura e persino sui recettori dell’occhio e dell’orecchio del bambino.

Commenti & Risposte

Comments are closed.